+39 335 53 98 054 ordini@battagliamarmi.it
Come pulire il granito nero assoluto

Come pulire il granito nero assoluto

Come pulire il granito? Quali metodi seguire per renderlo più lucido? Scopri la nostra guida che con piccoli gesti quotidiani manterranno il tuo granito pulito nel tempo

Il granito è una pietra naturale ricercata e pregiata, di grande impatto visivo e, a differenza del marmo e di altre pietre calcaree, molto resistente e di facile manutenzione. Proprio per queste sue caratteristiche è largamente utilizzata nel campo dell’edilizia, sia per pavimentazioni di esterni che di interni, ma anche per il rivestimento di bagni e piani di lavoro in cucina.
Solitamente viene sfruttato quando si cerca un rivestimento solido e duraturo nel tempo, considerate la sua elevata resistenza all’usura. Ciononostante il granito necessita di particolari accorgimenti per quel che riguarda la pulizia.

Vediamo dunque, con questa guida, come pulire il granito.

Occorrente:

  • Granito
  • Detergente neutro
  • Cera
  • Acqua

 

Pur essendo un materiale molto resistente, il granito può incorrere in macchie e striature. Per limitare questi inconvenienti è utile eseguire sul rivestimento un trattamento impermeabilizzante con apposite sostanze che contribuiscono a chiudere i micropori tipici della pietra, in modo da scoprire come pulire il granito. Per le pulizie quotidiane andrà benissimo un detergente neutro diluito in acqua. Se ciò non dovesse bastare a rimuovere tutto lo sporco dalla superficie, si può tranquillamente usare, dell’ammoniaca o della candeggina. Una volta all’anno è poi consigliabile lucidare il granito con cera diluita in acqua nella misura di 2-3 bicchieri di cera in 5 litri d’acqua. Questo conferirà al granito una protezione in più e sarà più facile mantenerlo sempre bello negli anni.

Il granito presenta una buona resistenza alle aggressioni chimiche di sostanze acide non troppo forti come alcool, aceto e acido citrico. Va bene anche una sostanza più potente come l’acido muriatico, che però andrebbe riservato solo nel caso di macchie ostinate e particolarmente resistenti. Assolutamente vietati, invece, prodotti a base di acido fluoridrico e acido fosforico, che sono in grado di sciogliere il quarzo che compone i silicati. Anche l’acido cloridrico ad alte concentrazioni, pur essendo corrosivo, può essere usato se si vuole asportare la patina superficiale di un rivestimento particolarmente degradato e riportarlo all’antico splendore.

Altro aspetto importante da considerare quando si deve pulire il granito è la finitura: su una superficie lucida e levigata vanno usati detergenti piuttosto diluiti e con un pH di poco superiore alla neutralità, mentre per le superfici più ruvide e compatte si può optare per una concentrazione maggiore ed un pH più acido. Un consiglio è quello di testare il prodotto, qualunque esso sia, su una piccola porzione di superficie, preferibilmente nascosta, prima di utilizzarlo su tutto il rivestimento che si vuole trattare. Ciò vi consentirà di evitare brutte sorprese e irrimediabili danneggiamenti.
Vediamo assieme, dunque, come pulire il granito nero assoluto e il granito in genere, attraverso diversi metodi.

 

Pulizia Quotidiana

 

1.Prepara il piano di lavoro per essere pulito adeguatamente. Prima di iniziare a scoprire come pulire il granito, rimuovi eventuali briciole e sposta elettrodomestici e altri oggetti per avere accesso a tutti gli angoli.

  • Asciuga eventuali chiazze di liquido o residui appiccicosi dalla superfice. Il modo migliore per evitare di macchiare il piano di lavoro consiste nel rimuovere subito liquidi e salse non appena cadono. Se il liquido si è incrostato, usa uno straccio inumidito con acqua calda per ammorbidire le incrostazioni.
  • Lava con acqua tiepida e sapone e rimuovi briciole e altri scarti di cibo. Usa un semplicissimo straccio insaponato per rimuovere dal piano di lavoro briciole, scarti e altre sostanze prima di pulirlo a fondo.

 

2.Crea una soluzione fai-da-te per il granito. Assicurati di usare detergenti con un PH bilanciato e di non usare nessun acido o sostanze chimiche troppo acide.

  • Riempi un secchio o il lavandino con acqua calda pulita. Se usi acqua filtrata, ancora meglio.
  • Mescola un detersivo per i piatti delicato con dell’alcool. Unisci tre parti di detergente con una parte di alcool. L’alcool funziona bene perché ha proprietà pulenti e antisettiche ma ha un PH 7.0 — lo stesso PH dell’acqua.
  • Mescola bene e lascia che l’acqua si freddi appena. L’acqua deve essere molto calda, ma non bollente. Assicurati che il sapone e l’alcool siano ben mescolati.

 

3.Non usare ammoniaca, aceto o limone sul granito. Nonostante il granito abbia una superficie estremamente resistente, è sensibile a formule troppo acide, che intaccano la sua superficie. Ammoniaca, aceto e limone contengono più acido di quanto il granito possa sopportarne.

4.Lava il piano di lavoro usando un panno bianco pulito. Per migliori risultati usa uno straccio bianco, senza sfilacciamenti che potrebbero staccarsi e rimanere sul piano di lavoro. Una possibile alternativa potrebbe essere quella di usare un pannolino ecologico pulito o un panno in microfibra.

  • Immergi il panno nella soluzione detergente e passalo sul piano di lavoro. Immergi il panno nella soluzione, lasciando che il detergente inzuppi il panno. Prima di pulire il piano, rimuovi il liquido in eccesso.
  • Passa la mano sopra il piano per assicurarti di aver rimosso tutte le briciole. A causa della trama del granito, alcune incrostazioni o avanzi potrebbero non essere visibili a occhio nudo. Passando una mano pulita sulla superficie del piano di lavoro dovresti riuscire a trovare eventuali incrostazioni che il panno ha mancato.

5.Asciuga e lucida il piano di lavoro meticolosamente. Nonostante sia pulito, la maggior parte dei detergenti lascia degli aloni se non si asciuga immediatamente.

  • Usa un panno in microfibra per asciugare e lucidare il piano. Questo ti permetterà di rimuovere gli aloni e inoltre, aumenterà la lucentezza del granito.
  • Usa un nuovo panno in microfibra se quello precedente è troppo bagnato. Un panno bagnato non ti permetterà di asciugare il piano di lavoro, quindi è meglio usarne uno asciutto.

 

Pulire con il Bicarbonato

 

1.Usa un impacco di bicarbonato per macchie difficili. Cosa succede quando una macchia diventa ostinata, e non è possibile rimuoverla semplicemente con il tuo detergente fai-da-te? Usa del bicarbonato per macchie incrostate che non vengono via con una prima passata.

  • Il bicarbonato è un detergente rinomato. Conosciuto anche come bicarbonato di sodio, questo versatile detergente è utilizzato per molteplici scopi, da deodorante, a detergente per la piscina, a dentifricio, a detersivo per il bucato. In aggiunta ad altri usi, è un agente pulente efficace sul granito.

 

2.Scopri che tipo di macchia hai di fronte. Trattare macchie a base di acqua o di olio con il bicarbonato ha approcci diversi. Se puoi, cerca di scoprire se si tratta di uno o dell’altro caso. Ciò renderà le cose molto più semplici quando si tratterà di preparare l’intruglio con il bicarbonato.

3.Mescola l’impiastro usando il bicarbonato. “Impiastro” è un parolone per intendere un impasto morbido e umido. A seconda del tipo di macchia, ecco come prepararlo.

  • Macchie a base di acqua: 1 bicchiere di bicarbonato, 5 cucchiai di detersivo liquido per i piatti, e acqua ossigenata a sufficienza per dare al composto la consistenza dello yogurt.
  • Macchie a base di olio: 1 bicchiere di bicarbonato, 5 cucchiai di detersivo liquido per i piatti, e acqua a sufficienza per dare al composto la consistenza dello yogurt.

4.Applica il composto che hai creato sull’incrostazione sul piano di lavoro. Ricopri il piano di lavoro e copri con della pellicola trasparente; lascia riposare per almeno un giorno prima di rimuovere.

 

Impermeabilizzante per Evitare Macchie Future

 

1.Impermeabilizza il piano di lavoro per evitare che le macchie vengano assorbite dalla pietra porosa. Impermeabilizzare ogni paio d’anni è un buon modo per assicurarsi di non dover pulire troppo. Un piano di lavoro in granito è impermeabilizzato adeguatamente quando l’acqua schizzata sulla superfice forma delle goccioline. Se l’acqua non forma più delle goccioline sulla superficie, è ora di dargli un nuovo trattamento.

2.Pulisci a fondo il piano di lavoro con la soluzione detergente. Puoi farla tu, come visto nel primo metodo, o puoi acquistarne una in un negozio specializzato.

3.Lascia asciugare il piano completamente prima di iniziare il trattamento. Aspetta almeno 10-15 minuti per assicurarti che tutta l’umidità sia evaporata prima di procedere al passo successivo.

4.Spruzza l’impermeabilizzante in maniera uniforme sull’intera superficie di granito. Assicurati che copra ogni punto. Per questo motivo, è meglio trasferire il prodotto in una bottiglia spray.

  • Non strofinare l’impermeabilizzante una volta spruzzato. Un panno o della carta da cucina lo assorbirebbero, impedendo che lo faccia la pietra. Per risultati ottimali, resisti al bisogno di asciugarlo. Lascialo agire da solo.

5.Aspetta 10-15 minuti perché l’impermeabilizzate penetri nel piano di lavoro.

6.Asciuga il prodotto in eccesso dopo 15 minuti. Se vedi un alone sulla superficie del granito, sappi che si toglierà – non è permanente. Il tuo piano di lavoro in granito è ora impermeabilizzato alla perfezione!

 

CONSIGLI

  • Evita l’uso di prodotti detergenti che contengano qualsiasi tipo di acido come l’aceto, che potrebbero danneggiare o sbiadire il piano di lavoro.
  • Alcuni detergenti per pietra sono venduti sotto forma di salviettine usa e getta. Queste rendono la pulizia del granito semplice e veloce!
  • Usa un approccio diverso per determinate macchie come: inchiostro o pennarelli — alcool denaturato; macchie a base di olio, grasso, cosmetici o catrame — acetone; muffa — candeggina o acqua ossigenata; ruggine — impiastro.
  • Usa sottobicchieri e tovagliette sotto cibi e bevande per evitare macchie o danni al tuo piano di lavoro.

 

AVVERTENZE

  • Evita di poggiare pentole o piatti incandescenti direttamente sul piano, potrebbero bruciare la superficie.
  • Acqua e sapone funzionano, ma eventualmente potresti avere un accumulo di sapone sul tuo piano di lavoro.
  • Asciuga eventuali macchie immediatamente, prima che vengano assorbite dal granito e diventino permanenti.

 

COSE CHE TI POTRANNO SERVIRE

  • Panno bianco morbido o carta da cucina.
  • Spugna.
  • Detergente per pietre naturali.